Eccomi di nuovo qui, mentre la settimana lavorativa si chiude.

Vi ricordate come vi avevo salutato la volta scorsa?

Vi avevo messo  una pulce nell’orecchio circa nuove possibilità social per Ink Feather e per la poltrona Dragonfly.

E poi vi avevo anticipato

  • della mail box che singhiozzava per la mancanza di notizie da parte dell’imprenditore dagli occhi blu
  • degli ostacoli da superare con Georgia, la Principessa dei Cristalli

senza mascherare la consapevolezza che ho circa l’importanza del sapere attendere con fiducia. Perché, per me, è estremamente significativo saper aspettare i tempi delle persone che ti lasciano entrare, in un modo o nell’altro,  nel loro mondo lavorativo.

Trovo fondamentale saper rispettare e saper apprezzare i tempi di chi non ti sbatte la porta in faccia con pregiudizi infondati o di chi non ti dice no a priori,  ma in qualche modo prova a credere in te.

Chi fa un lavoro simile al mio sa benissimo quanto sia fondamentale saper entrare in punta di piedi nelle vite aziendali altrui, nella vita dei propri potenziali clienti e collaboratori, per dare consigli e supporto in armonia, con la musica nel cuore, senza prepotenza, ma, piuttosto, con chiarezza e ottimismo.

E credo proprio che questa danza nell’”immenso” dell’attesa, questo saper stare in silenzio anche quando si vorrebbe “decidere”, in qualche modo ha premiato Ink Feather e me.

Ink Feather e Jab Anstoetz Milano

Oggi infatti, come d’incanto e con molta libertà, posso ripartire proprio dalla fine dell’articolo di settimana scorsa,

annunciandovi con molta felicità che la poltrona Ink Feather, a brevissimo , verrà promossa online da … Jab Anstoetz Milano! Ormai senza probabilità e con tutta certezza.

La prestigiosa azienda di tessuti svizzera, infatti, ha voluto premiare  Dragonflyla poltrona Ink Feather con seduta “newfloreal” in  articolo Audley  –  e me, permettendoci di volare sulla pagina ufficiale Facebook Jab!

Ma le sorprese non finiscono qui. Oggi.

Vi ricordate?  Sempre nello scorso articolo vi avevo lasciato in standby con la storia dell’imprenditore dagli occhi blu e con quella di Princesa.

Ecco, appunto …

Sia l’imprenditore dagli occhi blu sia la Principessa dei Cristalli, questa settimana, non solo hanno fatto brillare la mia mailbox in entrata, ma hanno anche reso più musicale il ritmo delle mie giornate.

Qui trovate qualche spunto più preciso e definito.

Ink Feather e L’Imprenditore dagli Occhi Blu

L’imprenditore dagli occhi blu, per esempio,  nonostante fosse molto preso con  la produzione della sua nuova collezione, mi ha saputo dedicare del tempo.  A volte della durata di un secondo, a volte della lunghezza di alcuni minuti.

Avete presente questo cosa significhi da parte di un titolare d’azienda, per lo più  operante in zona Brianza?

Be’, anche se qualcuno di voi l’avrà già capito, anticipo come da mia abitudine l’ipotetico lettore un po’ cinico ,scrivendo la mia risposta a voce piena.

In generale, trovo che il saper dedicare del tempo a qualcun altro sia un’azione molto preziosa, degna di nota.

Se ci pensate, il meccanismo implicato nell’azione del dedicare tempo,si avvicina a quanto sto per descrivere:

qualcuno apre, su propria volontà, una minuscola parte del proprio universo, come fosse una porticina, a una persona che ancora non conosce bene, ma che in qualche modo ispira.

Per molti questo gesto, questo slancio, è piuttosto difficile da offrire. Perché richiede, appunto,  apertura,fatica, generosità, attenzione.

Quindi non c’è bisogno che, arrivati a questo punto della riflessione, vi dica che l’imprenditore dagli occhi blu, questa settimana, mi ha fatto proprio un bellissimo regalo telefonandomi e mandandomi e-mail e messaggi durante uno dei  suoi periodi lavorativi di fuoco! Anche perché questi scambi di comunicazione faranno proseguire progetti che tanto mi avevano fatto sognare il mese scorso e che tanto desidero concretizzare entro il periodo estivo

Ink Feather e la Principessa dei Cristalli

Per quanto riguarda la Principessa dei Cristalli, invece …

… Georgia, qualche giorno fa, ha limitato la sua corrispondenza e-mail ad una sola lettera.

Una sola lettera in cui Georgia (alias Princesa),  però, al di là della sua preoccupazione per le condizioni di spedizione merce, ha fatto emergere decisamente il suo interesse sincero verso Dragonfly.

Dovreste leggere le sue parole! Sono evidentemente colorate di curiosità, allegria, aspettativa. Si capisce che la ragazza dalle mani illuminate di rosa vorrebbe scartare il “pacchetto regalo” lei stessa, lei in persona, e iniziare finalmente la collaborazione social con Ink Feather, la mia amata piuma.

E sì, Georgia pare davvero non stare più nella pelle, proprio come me,  all’idea di ricevere la poltrona – e cristalli di libellule gioiello annessi – appena sarà rientrata da uno dei suoi viaggi di lavoro.

Che soddisfazione!

Che grande soddisfazione sapere che Dragonfly, la Poltrona dallo schienale in velluto bianco, viene apprezzata da angoli di terre dai profumi e dai riflessi diversi dai nostri.

E che soddisfazione ancora più grande immaginare che la poltrona Ink Feather possa comparire qua e là su pagine social di differenti paesi e di mercati diversi!

Soprattutto se considero – e se considerate insieme a me – che  questo progetto, l’ideazione e lo sviluppo di Dragonfly e Rose e la nascita di Ink Feather, è partito davvero come una sfida verso me stessa  – chi mi segue con affetto lo sa! – e un sogno da realizzare a mano a mano.

Perciò … viva i tempi d’attesa a cui rispondere con pazienza, dinamicità e lungimiranza e … viva i social!

Write A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.