Ed eccomi ancora qui! La volta scorsa vi avevo salutato con una domanda aperta sul lusso del coinvolgimento nella comunicazione istituzionale scritta. Stamattina, invece, vorrei darvi  il mio punto di vista sulla comunicazione verbale. Quella che in marketing rientra all’interno della leva chiamata “promotion”. Quella che, secondo me, è fondamentale per la buona riuscita di eventi pubblici, qualsiasi sia la loro natura.

Per fare questo, vi terrei compagnia con la mia piuma rosa per qualche minuto mentre vi racconto della mia visita del 29 settembre a Villa Dho.

Chi mi vuole seguire?

Prima di approfondire l’argomento, premetto che a me ascoltare musica e cantare piace veramente molto.

A proposito e in effetti, le persone che mi regalano con costanza un pizzico del loro tempo  potrebbero ricordarsi del post “Vi porto dove c’è Musica” …

Villa Dho, Temporary Music e il banco registrazione

 

Se vi steste chiedendo il motivo per cui apro questa parentesi in apparenza lontana dall’argomento del giorno, vi lascio qui la risposta.

In Temporary Music, evento  tenuto all’Altopiano di Seveso presso Villa Dho, la musica era al centro di tutto (anche del mio entusiasmo).

Nello specifico, il programma della manifestazione –  scritto su Facebook-  prevedeva:

  • La scoperta della storia della villa brianzola,
  • Una passeggiata nel parco,
  • L’ascolto statico e itinerante di concerti suonati dal vivo.

Tutto ciò dalle 16.00 alle 20.00 incluse di sabato 29 settembre.

Potrete ben immaginare come questo mix composto da

  • arte,
  • movimento dolce,
  • verde,
  • esplorazione di architettura e design del passato

aumentasse il mio desiderio di scoprire cosa avrei potuto ascoltare e vedere, nonostante il tempo ristretto che avrei dedicato alla manifestazione.

Ormai avrete capito che per me il  coinvolgimento è tutto, soprattutto quando si tratta di comunicazione, promozioni, vendita, manifestazioni a cui, magari, assisto anche solo per pochi minuti.

E qui arrivo al dunque

Il banco di registrazione e la Comunicazione Verbale Coerente

 

Quando sabato 29 settembre ho deciso di far parte della magia di Villa Dho, sicuramente non erano le 16.00 del pomeriggio e nemmeno le 17.00, ma le 19.00.

Del resto, consapevole di essermi persa molto, quell’ora  a mia disposizione  sarebbe stata preziosa. Almeno per me.

Dopotutto il programma di Facebook dichiarava che la residenza d’epoca mi avrebbe ospitato fino alle 20.00 di quel giorno.

Perciò, nonostante l’orario della mia visita fosse prossimo alla chiusura, non mi sono data per vinta e ho varcato la soglia di uno dei parchi più interessanti che si possano trovare “qui”, a portata di mano.

All’entrata e a colpo d’occhio ho scorso subito:

  • Due signore, probabilmente organizzatrici dell’evento, cariche di serenità,
  • Due standiste di bella presenza al bancone d’accoglienza,
  • Un gruppetto di visitatori che si avviavano all’uscita

Proseguendo il mio cammino verso il banco di registrazione, le due organizzatrici mi hanno salutato stanche ma  soddisfatte, non infastidendosi di essere state momentaneamente interrotte nel loro discorso.

Paradossalmente, le due ragazze che avrebbero potuto (e con tutta probabilità “dovuto”) darmi il benvenuto, mi hanno invitato a prendere parte a Temporary Music in modo completamente diverso. Nel modo in cui personalmente non accoglierei, appunto come suggerisce il verbo stesso, un “potenziale seguace”.

Sicuramente entrambe le operatrici, in particolare una delle due, hanno fatto sbucare un sorriso perfetto dai loro volti.

E, si sa, tendenzialmente i sorrisi “perfetti”, quelli in cui si mostrano ben bene i denti, non sono sempre accompagnati da:

  • Ascolto,
  • Educazione (ben distante dal perbenismo),
  • Disponibilità

ingredienti fondamentali per ricevere  visitatori e per iniziare a instaurare relazioni “che facciano la differenza”.

Purtroppo la svogliatezza del bancone accoglienza non si è limitata al saluto iniziale. La svogliatezza e la falsa gentilezza  si sono protratte.

Dopo i primi sorrisi standard,

le due ragazze mi hanno fatto notare con tono irritato che mancava solo mezz’ora alla chiusura di Temporary Music , la stessa identica mezz’ora che per me, invece, sarebbe stata  decisamente degna di nota.

 

Il bello è che sull’invito elettronico l’iniziativa culturale dichiarava la disponibilità d’apertura evento fino all’ora successiva.

Per fortuna la responsabile del bar interno alla Villa ha sciolto con molta semplicità e attenzione tutto quel gelo ricevuto senza reale motivo.

Semplicità con la quale, di nuovo e purtroppo, un musicista pronto a chiudere i battenti non ha saputo farsi promozione in nome dell’improvvisazione artistica.

E allora eccomi arrivata alla conclusione dell’articolo di oggi

La gentilezza della Comunicazione Coerente

 

Se è vero che

  • la promozione  è un modo per connettersi e sintonizzarsi con persone nuove, conoscenti e clienti  per fare meglio impresa aumentando vendite di servizi e prodotti;
  • il tessuto sociale in cui ci ritroviamo è più a portata di mano e di click rispetto ad anni fa,

come mai la comunicazione verbale reale di standisti e promoter rimane ancora molto spesso fredda, forzata e poco comprensiva?

Come mai non si può essere trasparenti e gentili soprattutto con visitatori e potenziali clienti?

Mi spiace proprio. Notare come in questa società dove tutto corre veloce e in cui gli stili di vita del “si dice, si fa” vanno di moda,

ci si dimentichi – e qui uso anche io il pronome personale “in trend” da anni – di respirare un attimo, di andare oltre, di sorridere col cuore alle persone prima ancora di mostrare i denti.

Perciò, tornando a Villa Dho e alle due ragazze, arrivo alla conclusione di oggi.

La comunicazione verbale coerente, quella che trasmette umanità e trasparenza al visitatore – dell’ultima mezz’ora incluso –  quella che regala attenzione ai clienti, è la comunicazione verbale che preferisco. Soprattutto quando mi riferisco a enti, società, imprese che utilizzano i social, tra cui Facebook, come strumento per  trasmettere valori positivi, “amichevoli” e per aumentare l’eventuale fatturato.

 

Write A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.